Inserisci la tua email e riceverai tutte le nuove offerte di lavoro e concorsi. E' gratis e ti consentirà di candidarti tra i primi 
Privacy Policy Si, voglio ricevere gratis aggiornamenti sulle opportunità di lavoro, concorsi, formazione, comunicazioni commerciali ritenute importanti.
1 Milione di fan ci Preferisce
concorso 350 magistrati ordinari 2015Il Ministero della Giustizia, dipartimento dell’organizzazione giudiziaria del personale e dei servizi, ha indetto un bando di concorso per 350 posti di magistrato ordinario. La selezione dei candidati avverrà per esami, sono previsti una prova scritta ed una orale sulle materie indicate nel bando. Di seguito indichiamo chi può presentare domanda e come fare per partecipare al concorso magistrati ordinari 2015.


Precisiamo che, per poter partecipare alla procedura concorsuale, i candidati devono essere in regola con il pagamento del diritto di segreteria pari a 50 euro. 

{adselite}



Requisiti

Possono partecipare al concorso per magistrati ordinari gli appartenenti alle seguenti categorie:
  1. magistrati amministrativi e contabili
  2. procuratori dello Stato
  3. dipendenti dello Stato, con qualifica dirigenziale o appartenenti ad una delle posizioni corrispondenti all’area C, comparto Ministeri, con almeno cinque anni di anzianità nella qualifica
  4. appartenenti al personale universitario di ruolo docente di materie giuridiche in possesso del diploma di laurea in giurisprudenza
  5. dipendenti, con qualifica dirigenziale o appartenenti alla ex area direttiva, della pubblica amministrazione, degli enti pubblici a carattere nazionale e degli enti locali, che hanno costituito il rapporto di lavoro a seguito di concorso per il quale era richiesto il possesso del diploma di laurea in giurisprudenza conseguito
  6. abilitati all’esercizio della professione forense e, se iscritti all’albo degli avvocati, non incorsi in sanzioni disciplinari;
  7. coloro i quali hanno svolto le funzioni di magistrato onorario (giudice di pace, giudice onorario di tribunale, vice procuratore onorario, giudice onorario aggregato) per almeno sei anni
  8. laureati in possesso del diploma di laurea in giurisprudenza conseguito, salvo che non si tratti di seconda laurea, al termine di un corso universitario di durata non inferiore a quattro anni e del diploma conseguito presso le scuole di specializzazione per le professioni legali
  9. laureati che hanno conseguito la laurea in giurisprudenza ed hanno conseguito il dottorato di ricerca in materie giuridiche;
  10. laureati che hanno conseguito la laurea in giurisprudenza a seguito di un corso universitario di durata non inferiore a quattro anni ed hanno conseguito il diploma di specializzazione in una disciplina giuridica
  11. laureati che hanno conseguito la laurea in giurisprudenza a seguito di un corso universitario di durata almeno quadriennale e che hanno concluso positivamente lo stage presso gli uffici giudiziari o hanno svolto il tirocinio professionale per diciotto mesi presso l’Avvocatura dello Stato

Domanda e scadenza

La domanda di partecipazione al concorso, redatta compilando l’apposito modulo, deve essere inviata esclusivamente per via telematica collegandosi al sito internet del Ministero della Giustiziaentro il 21 dicembre 2015.


 Vuoi Candidarti tra i primi? Inserisci ora la tua mail e rilassati:
 
Privacy Policy Si, voglio ricevere gratis aggiornamenti sulle opportunità di lavoro, concorsi, formazione, comunicazioni commerciali ritenute importanti.

© Copyright Lavoro e Concorsi - E' vietata qualsiasi forma di riproduzione dei contenuti

Sei stanco di controllare spesso il sito?
Rilassati, da oggi in poi ti aggiorniamo noi, è Gratis!


Inserisci la tua mail e riceverai
tutte le nuove offerte di lavoro! 


             Si, accetto la Privacy Policy.
             Si, voglio ricevere gratis aggiornamenti sulle opportunità di lavoro, concorsi, 
             formazione, comunicazioni commerciali ritenute importanti.
Seguici anche tu, i tuoi amici e 1.950.000 fan hanno inserito
la loro mail per non perdersi le news e Candidarsi tra i primi