È stato indetto il concorso del Comune di Napoli 2023 finalizzato alla copertura di complessivi 222 posti di lavoro. Si selezionano risorse per vari profili professionali afferenti all’Area Funzionari ed elevata qualificazione e all’Area Istruttori (tra cui maestri, funzionari socio educativi, funzionari tecnici, agenti di Polizia locale).

 

POSTI CONCORSO COMUNE DI NAPOLI 2023

Il Comune di Napoli ha indetto un concorso 2023 volto a reclutare a tempo indeterminato e pieno personale non dirigenziale per l’inquadramento nei ruoli del Comune. I posti da ricoprire sono in totale 222, suddivisi nei seguenti ruoli:

N. 50 UNITÀ AREA ISTRUTTORI:
  • n. 50 agenti di polizia municipale (Codice POL/C).

N. 172 UNITÀ AREA FUNZIONARI ED ELEVATA QUALIFICAZIONE:
  • n. 50 funzionari tecnici (Codice TEC/D);
  • n. 50 maestri di sostegno (Codice MAS/D);
  • n. 72 funzionari socioeducativi (Codice EDU/D).



RISERVE

Si precisa che si applicano le seguenti riserve a favore dei volontari delle Forze Armate:

  • il 30% dei posti dei codici di concorso di cui ai profili A.1, A.2 e A.3;
  • il 20% dei posti del codice di concorso di cui al profilo B.1.


Inoltre, sui posti previsti per ogni singolo codice di concorso, si determina la riserva del 15% per gli operatori volontari che hanno concluso il servizio civile universale senza demerito, fermi restando i diritti dei soggetti aventi titolo all’assunzione ai sensi della legge 12 marzo 1999, n. 68 (categorie protette), e tenuto conto dei limiti previsti dall’articolo 5, primo comma, del testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, e dall’articolo 52, comma 1-bis, del citato decreto legislativo n. 165 del 2001.

REQUISITI GENERALI RICHIESTI

Per accedere al concorso Comune di Napoli 2023 è necessario possedere i requisiti generali che elenchiamo di seguito:

  • cittadinanza italiana o possesso dei requisiti previsti dall’articolo 38, commi 1, 2 e 3-bis, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165;
  • maggiore età;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, in forza di norme di settore, o licenziati per le medesime ragioni oppure per motivi disciplinari ai sensi della vigente normativa di legge e/o contrattuale, o dichiarati decaduti per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da nullità insanabile;
  • non aver riportato condanne, con sentenza passata in giudicato, per reati che costituiscono un impedimento all’assunzione presso una pubblica amministrazione. Coloro che hanno in corso procedimenti penali, procedimenti amministrativi per l’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione o precedenti penali a proprio carico iscrivibili nel casellario giudiziale, ai sensi dell’articolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica 14 novembre 2002, n. 313, ne danno notizia al momento della candidatura, precisando la data del provvedimento e l’autorità giudiziaria che lo ha emanato o quella presso la quale penda un eventuale procedimento penale;
  • essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva, per i cittadini soggetti a tale obbligo. I candidati obiettori di coscienza che sono stati ammessi a prestare servizio civile devono aver rinunciato allo status di obiettore di coscienza ai sensi dell’articolo 636 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66;
  • idoneità fisica allo specifico impiego;
  • possesso dei titoli di studio di seguito indicati in relazione ai singoli profili professionali.

TITOLI DI STUDIO RICHIESTI

A seconda del ruolo per il quale ci si propone, occorre avere anche i titoli di studio riportati di seguito:

1) N. 172 UNITÀ AREA FUNZIONARI ED ELEVATA QUALIFICAZIONE

PROFILO FUNZIONARIO TECNICO (CODICE CONCORSO: TEC/D) – 50 POSTI

  • Laurea Magistrale (LM): LM-23 Ingegneria civile; LM-24 Ingegneria dei sistemi edilizi; LM- 26 Ingegneria della sicurezza; LM-4 Architettura e Ingegneria edile-architettura; LM-53 Scienza e ingegneria dei materiali; LM-48 Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale; LM-20 Ingegneria aerospaziale e astronautica; LM-21 Ingegneria biomedica; LM-22 Ingegneria chimica; LM-27 Ingegneria delle telecomunicazioni; LM-28 Ingegneria elettrica; LM-25 Ingegneria dell’automazione; LM-29 Ingegneria elettronica; LM-31 Ingegneria gestionale; LM- 33 Ingegneria meccanica; LM-32 Ingegneria informatica; LM-34 Ingegneria navale; LM-30 Ingegneria energetica e nucleare; LM-3 Architettura del paesaggio; LM-10 Conservazione dei beni architettonici e ambientali; LM-35 Ingegneria per l’ambiente e il territorio; LM-75 Scienze e tecnologie per l’ambiente ed il territorio; LM-73 Scienze e tecnologie forestali ed ambientali; LM-74 Scienze e tecnologie geologiche; LM-79 Scienze geofisiche; LM-60 Scienze della natura o titoli equiparati secondo la normativa vigente;
  • Laurea (L): L-7 Ingegneria civile e ambientale; L-17 Scienze dell’architettura; L-21 Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale; L-23 Scienze e tecniche dell’edilizia; L-8 Ingegneria dell’informazione; L-9 Ingegneria industriale; L-34 Scienze geologiche; L-32 Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura o titoli equiparati secondo la normativa vigente.


PROFILO MAESTRO DI SOSTEGNO (CODICE CONCORSO: MAS/D) – 50 POSTI

  • Laurea Magistrale (LM): LM-85bis Scienze della formazione primaria a ciclo unico quinquennale o titoli equiparati secondo la normativa vigente.
    I titoli di accesso dovranno essere integrati obbligatoriamente da titolo di sostegno conseguito mediante la positiva conclusione del corso di formazione per il rilascio del titolo di specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità, sullo specifico grado, attivato presso le università autorizzate dal Ministero dell’università e della ricerca.


PROFILO FUNZIONARIO SOCIOEDUCATIVO (CODICE CONCORSO: EDU/D) – 72 POSTI

  • Laurea Magistrale (LM): LM-85bis Scienze della formazione primaria a ciclo unico quinquennale, integrata da un corso di specializzazione per complessivi 60 CFU, ai sensi della normativa vigente, da svolgersi presso le università autorizzate dal Ministero dell’università e della ricerca o titoli equiparati secondo la normativa vigente. Saranno ammessi i titoli previsti per le figure professionali di III livello dal Catalogo approvato con DGR n. 107/2014 e ss.mm.ii. o Laurea in Scienze dell’educazione e della formazione o titoli equiparati conseguiti entro il 31 maggio 2017 presso università statali o altro istituto universitario legalmente riconosciuto.

Sono ammessi anche i seguenti titoli:

  • Laurea (L): L-19 Scienze dell’educazione e della formazione a indirizzo specifico per educatori dei servizi educativi per l’infanzia;
  • Laurea Magistrale (LM): LM-85bis Laurea quinquennale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria senza corso di specializzazione di 60 CFU purché conseguita entro l’ultima sessione per le prove finali dell’anno accademico 2018/2019;
  • Laurea (L): L-19 Laurea in Scienze dell’educazione e della formazione senza indirizzo specifico, purché conseguita entro l’ultima sessione per le prove finali dell’anno accademico 2018/2019.


2) N. 50 UNITÀ AREA ISTRUTTORI – PROFILO AGENTE DI POLIZIA MUNICIPALE (CODICE POL/C)

  • diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale;
  • requisiti necessari per poter rivestire le qualifiche di cui all’articolo 5 della legge 7 marzo 1986, n. 65 (Funzioni di polizia giudiziaria, polizia stradale, pubblica sicurezza);
  • patente di guida di tipo B o superiore;
  • idoneità psico-fisica all’espletamento delle mansioni. L’idoneità psico-fisica è richiesta anche con riferimento ai requisiti di cui al decreto del Ministero della salute 28 aprile 1998 per il porto d’armi per uso personale.

COME SI SVOLGE LA SELEZIONE

Per l’espletamento del concorso, la Commissione RIPAM si avvarrà anche di Formez PA, ferme le competenze delle commissioni esaminatrici. La selezione dei concorrenti prevede:

PROFILI AREA FUNZIONARI

  • una prova preselettiva;
  • una prova scritta.

Segnaliamo che le prove sono distinte per i codici concorso.

PROFILO AREA ISTRUTTORI

  • una prova preselettiva;
  • una prova scritta;
  • una prova di efficienza fisica.

PROVA PRESELETTIVA

La Commissione RIPAM si riserva di effettuarla nel caso in cui, per ciascun codice di concorso, il numero delle candidature sia superiore a 20 volte il numero dei posti vacanti.

La prova preselettiva consisterà in un test di 50 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti e avrà ad oggetto la verifica delle abilità logico-matematiche, numeriche e di ragionamento (10 quesiti) e della conoscenza delle materie previste per la prova scritta (40 quesiti). Non è prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti prima dello svolgimento della prova.

PROVA SCRITTA

Consisterà in un test di 40 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti. La prova sarà così articolata:

  • n. 25 quesiti per verificare le conoscenze afferenti alle materie specifiche di ogni profilo;
  • n. 8 quesiti volti ad accertare la capacità logico-deduttiva e di ragionamento critico-verbale;
  • n. 7 quesiti situazionali relativi a problematiche organizzative e gestionali ricadenti nell’ambito degli studi sul comportamento organizzativo.


Non è prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti prima dello svolgimento della prova.

PROVE DI EFFICIENZA FISICA

I candidati al profilo di agente di polizia municipale dovranno sostenere anche le seguenti prove fisiche:

  • concorrenti di sesso maschile:
    a) corsa di 800 metri piani da compiersi nel tempo massimo di 4 minuti;
    b) salto in alto di un’altezza di 105 centimetri da effettuare in un massimo di tre tentativi;
    c) n. 5 sollevamenti alla sbarra continuativi da compiersi nel tempo massimo di 2 minuti;
  • concorrenti di sesso femminile:
    a) corsa di 800 metri piani da compiersi nel tempo massimo di 5 minuti;
    b) salto in alto di un’altezza di 90 centimetri da effettuare in un massimo di tre tentativi;
    c) n. 2 sollevamenti alla sbarra continuativi da compiersi nel tempo massimo di 2 minuti.

 

DOMANDA E SCADENZA

La domanda di ammissione al concorso del Comune d Napoli 2023 può essere presentata per ciascuno dei codici concorso entro la scadenza del 27 dicembre 2023.

ALLEGATI
Bando
Domanda

NOVITÀ

Adesso puoi seguirci comodamente anche sui canali WhatsApp e Telegram per non lasciarti sfuggire nessuna opportunità di lavoro, concorsi o aggiornamenti su bonus statali e aiuti economici che ti spettano.

Vuoi Candidarti tra i primi? Inserisci ora la tua email e rimani sempre aggiornato: 
Privacy Policy   ACCETTO di ricevere comunicazioni promozionali.