Inserisci la tua email e riceverai tutte le nuove offerte di lavoro e concorsi. E' gratis e ti consentirà di candidarti tra i primi 
Privacy Policy Si, voglio ricevere gratis aggiornamenti sulle opportunità di lavoro, concorsi, formazione, comunicazioni commerciali ritenute importanti.
1 Milione di fan ci Preferisce
concorso ispettori antincendi Vigili del Fuoco Il Ministero dell’Interno ha indetto un concorso per la copertura di 314 posti di ispettori antincendi del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco. La selezione è rivolta a candidati in possesso della laurea ad indirizzo ingegneria o architettura. Per presentare la propria candidatura c’è tempo fino al giorno 8 Luglio 2021. Ecco il bando e tutte le informazioni utili per partecipare alla selezione pubblica.

 



REQUISITI

I candidati al concorso per ispettori antincendi dei Vigili del Fuoco devono possedere i requisiti di seguito riassunti:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti politici;
  • età non superiore ai 30 anni. Non è soggetta ai limiti massimi di età il personale che espleta funzioni operative del Corpo nazionale dei vigili del fuoco;
  • idoneità fisica, psichica e attitudinale al servizio;
  • qualità morali e di condotta previsti per legge;
  • non essere stati espulsi dalle Forze Armate e dai Corpi militarmente organizzati;
  • assenza di sentenza irrevocabile di condanna per delitto non colposi o non essere stati sottoposti a misura di prevenzione;
  • non essere stati destituiti da pubblici uffici o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale;
  • laurea nell’ambito delle facoltà di ingegneria o architettura;
  • abilitazione alla professione inerente alla laurea conseguita.

 



RISERVE

Si segnala che sui posti messi a concorso operano le seguenti riserve, fermo restando il possesso dei requisiti sopra elencati:

  • un sesto dei posti messi a concorso, per tutto il personale che espleta funzioni operative nei Vigili del Fuoco;
  • il 10% dei posti al personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco che, alla data di scadenza del termine stabilito nel bando per la presentazione della domanda di partecipazione, sia iscritto negli appositi elenchi da almeno sette anni e abbia effettuato non meno di duecento giorni di servizio;
  • il 2% dei posti agli ufficiali delle Forze armate che abbiano terminato senza demerito, alla data di scadenza del termine utile stabilito nel bando per la presentazione della domanda di partecipazione, la ferma biennale.


Coloro che intendono avvalersi della richiesta di riserva dovranno indicarlo in fase di domanda. Nel caso in cui i posti riservati non vengano coperti per mancanza di vincitori, saranno assegnati agli altri candidati idonei, secondo l’ordine della graduatoria. Si precisa inoltre che non è ammesso a fruire delle riserve il personale che abbia riportato, nel triennio precedente la data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso, una sanzione disciplinare pari o più grave della sanzione pecuniaria.

 

SELEZIONE

Qualora il numero delle domande presentate superi di dieci volte il numero dei posti messi a concorso, l’ammissione alle prove di esame può essere subordinata al superamento di una prova preselettiva. Sono previste due prove d’esame: una scritta ed una orale.

MATERIE OGGETTO DELLE PROVE D’ESAME

La prova d’esame scritta consisterà in un test a risposta multipla o a risposta sintetica e verterà sulle seguenti materie:

  • elettrotecnica e impianti;
  • meccanica e macchine;
  • idraulica.


La prova orale verterà sulle seguenti materie:

  • fisica e chimica;
  • topografia;
  • normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • elementi di diritto amministrativo e di diritto costituzionale;
  • normativa tecnica e procedurale di prevenzione incendi;
  • ordinamento del Ministero dell’Interno, con particolare riferimento al Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa civile, e ordinamento del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco;
  • lingua straniera a scelta del candidato tra inglese, francese, spagnolo e tedesco.


Ogni altro dettaglio sulle prove d’esame è indicato nel bando che rendiamo scaricabile di seguito.

CORPO NAZIONALE VIGILI DEL FUOCO

Il Corpo nazionale dei vigili del fuoco (in acronimo C.N.VV.F. ed abbreviato VV.F.) è un corpo civile della Repubblica italiana, con funzioni di polizia dipendente dal Ministero dell’interno. Costituisce estensione operativa e amministrativa del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile del predetto ministero, per mezzo del quale vengono espletati i compiti istituzionali previsti dalla legge. Fa anche parte del servizio nazionale di protezione civile.

ISPETTORE ANTINCENDIO: COSA FA

Quali sono le mansioni e le attività svolte dagli ispettori antincendi dei Vigili del fuoco? Le funzioni attribuite agli ispettori antincendi sono individuate per legge nell’art.20 comma 1 del D.L.vo 2017/2005. Gli appartenenti al ruolo degli ispettori e dei sostituti direttori antincendi svolgono i seguenti compiti:

  • collaborano direttamente all’organizzazione dei servizi di soccorso, partecipano alle attività di soccorso tecnico urgente, difesa civile e protezione civile;
  • sono responsabili di attività a rilevanza interna;
  • collaborano con il personale dei ruoli operativi per i quali è previsto l’accesso con laurea magistrale, alla formazione dei piani di intervento, redigendo progetti particolareggiati delle unità alle quali sono preposti, curandone l’attuazione;
  • partecipano alle attività di prevenzione incendi, effettuando gli esami dei progetti e le visite tecniche adeguate alla propria professionalità;
  • sulla base delle direttive ricevute, partecipano ai lavori degli organi collegiali e delle commissioni su materie connesse alla propria professionalità;
  • realizzano progetti di fattibilità e svolgono, ove previsto, in relazione alle proprie specifiche competenze, attività tecnico-ispettive;
  • collaborano e partecipano alla redazione di atti;
  • svolgono attività tecniche ed eseguono controlli;
  • seguono l’organizzazione dei programmi di formazione, addestramento, qualificazione e aggiornamento tecnico del personale.
  • ad esclusione del personale appartenente alla qualifica di vice ispettore antincendi, al personale del ruolo può essere attribuito il comando dei distaccamenti di particolare rilevanza.

DOMANDA E SCADENZA

La domanda di partecipazione al concorso per ispettori antincendi dei Vigli del Fuoco, deve essere inoltrata entro l’8 Luglio 2021 attraverso apposita procedura telematica. Per accedere è necessario essere in possesso delle credenziali SPID.

ALLEGATI
Bando
Domanda


 Vuoi Candidarti tra i primi? Inserisci ora la tua mail e rilassati:
 
Privacy Policy Si, voglio ricevere gratis aggiornamenti sulle opportunità di lavoro, concorsi, formazione, comunicazioni commerciali ritenute importanti.


© Copyright Lavoro e Concorsi - E' vietata qualsiasi forma di riproduzione dei contenuti