Inserisci la tua email e riceverai tutte le nuove offerte di lavoro e concorsi. E' gratis e ti consentirà di candidarti tra i primi 
Privacy Policy Si, voglio ricevere comunicazioni commerciali su opportunità di lavoro, concorsi, formazione, ecc. 
Concorso musei biblioteche 2023Zètema ha pubblicato un avviso per la selezione di 77 unità con contratto di lavoro a tempo indeterminato. La società Zètema è alla ricerca di 67 assistenti di sala museale e 10 addetti al supporto dell’attività di assistenza al pubblico come front office. Zètema è una società partecipata da Roma capitale che svolge attività nel settore della cultura. 

 



Per le strutture museali e le biblioteche Zètema è alla ricerca di due figure: assistente in sala museale e addetto/a al supporto dell’attività di assistenza al pubblico. Nello specifico:

  • 67 unità di assistente in sala museale, il cui compito è quello di curare la vigilanza e la custodia dei beni, delle strutture degli impianti del settore museale affidato, assicurando la loro integrità, sorvegliare e regolare gli accessi, oltre a regolamentare il flusso di pubblico e fornire le opportune informazioni;
  • 10 unità di addetto/a al supporto dell’attività di assistenza al pubblico, il cui compito è quello di supportare le attività bibliotecarie rivolte al pubblico come l’iscrizione e la gestione dell’utenza, il supporto alla circolazione di documenti in prestito e la loro restituzione, inoltre dovrà organizzare attività culturali, di promozione per la lettura e la valorizzazione dei servizi bibliotecari rivolte a tutte le fasce d’età.


Per i profili sopra elencati i requisiti di ammissione sono la cittadinanza italiana, il godimento dei diritti politici, il compimento del 18esimo anno di età e un’adeguata conoscenza lingua italiana. A questo si aggiungono: non aver subito condanne penali o essere stato licenziato per giusta causa o giustificato motivo del servizio presso una pubblica amministrazione. Un requisito specifico per entrambi i profili è quello di aver conseguito un titolo di studio non inferiore al diploma di scuola media superiore o scuola professionale.




 

Il concorso per lavorare nei musei e nelle biblioteche si svolgerà attraverso una prova d’esame scritta sottoforma di questionario su domande a risposta chiusa e su un colloquio per indagare le conoscenze e le competenze, con domande di approfondimento per attitudini e mansioni, oltre la capacità relazionali di integrazione. Infine la valutazione dei titoli.

La prova d’esame scritta per il profilo museale prevede:

  • la conoscenza delle strutture del sistema museale di Roma Capitale;
  • i fondamenti di storia dell’arte;
  • competenze sul CCNL Federculture, oltre che la normativa in materia di sicurezza sul lavoro.


Mentre per il profilo di addetto/a alle biblioteche sarà necessario:

  • conoscere la struttura del sistema dell’istituzioni biblioteche;
  • i fondamenti di biblioteconomia;
  • competenze sul CCNL Federculture, oltre che la normativa in materia di sicurezza sul lavoro.

Come candidarsi

Per candidarsi al concorso per i musei e le biblioteche deve essere presentata la domanda di partecipazione entro il 31 gennaio 2023. La modalità di compilazione è telematica (prima di compilare la domanda il sito richiede la registrazione attraverso l’apposito pulsante).

ALLEGATI
Bando e Domanda


 Vuoi Candidarti tra i primi? Inserisci ora la tua mail e rilassati:
 
Privacy PolicySi, voglio ricevere comunicazioni commerciali su opportunità di lavoro, concorsi, formazione, ecc.


© Copyright Lavoro e Concorsi - E' vietata qualsiasi forma di riproduzione dei contenuti

Sei stanco di controllare spesso il sito?
Rilassati, da oggi ti aggiorniamo noi, è Gratis!


Inserisci la tua mail e riceverai
tutte le nuove offerte di lavoro! 


              Accetto la Privacy Policy e di ricevere la newsletter.
          
   Si, voglio ricevere comunicazioni commerciali su
   opportunità di lavoro, concorsi, formazione, ecc.

Seguici anche tu, i tuoi amici e 2.000.000 di fan hanno inserito
la loro mail per non perdersi le news e Candidarsi tra i primi