Inserisci la tua email e riceverai tutte le nuove offerte di lavoro e concorsi. E' gratis e ti consentirà di candidarti tra i primi 
Privacy Policy Si, voglio ricevere gratis aggiornamenti sulle opportunità di lavoro, concorsi, formazione, comunicazioni commerciali ritenute importanti.
1 Milione di fan ci Preferisce
Domanda Bonus spesa Ripartono i bonus spesa per le famiglie meno abbienti. Ai Comuni sono arrivati i nuovi fondi stanziati dal Decreto Sostegni bis per un totale di 500milioni di euro. Alcune città italiane hanno già pubblicato i nuovi bandi per l’erogazione dei bonus spesa 2021, utilizzabili per gli acquisti di beni alimentari a favore delle persone in situazione di difficoltà economica.

 



BONUS SPESA 2021, LE RISORSE

I bonus spesa sono stati riconfermati fino al 31 dicembre 2021 e sono gestiti ancora dai Comuni. Dopo l’erogazione dei buoni spesa avvenuta nelle prime fasi dell’emergenza da Covid-19 per sostenere le famiglie che si trovavano in difficoltà economica a causa della pandemia, con l’articolo 53 del Decreto Legge 25 maggio 2021, n. 73 (cosiddetto Decreto Sostegni Bis) la misura è diventata più sostanziosa.

Infatti, rispetto al fondo da 400 milioni di euro avviato con il Decreto Ristori, le risorse sono state aumentate complessivamente a 500 milioni di euro, come previsto nel Decreto Sostegni bis. Tali fondi sono anche stati anche già ripartiti tra i diversi Comuni, in base a quanto stabilito dal Decreto del Ministero dell’Interno del 24 giugno 2021, adottato di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

La scadenza generale per spendere le risorse, per gli Enti locali, è il 31 dicembre 2021, mentre il termine rivolto ai cittadini per presentare domanda varia a seconda di quanto stabilito nello specifico bando del Comune di residenza.



NUOVI REQUISITI E IMPORTI DEL BONUS SPESA 2021

Tutti i dettagli operativi, importi, requisiti di accesso e modalità per ottenere il bonus spesa 2021 vengono stabiliti su base territoriale nei bandi pubblicati sui siti dei Comuni di residenza delle famiglie aventi diritto. In genere, l’assegnazione avviene valutando i criteri ISEE, la numerosità del nucleo familiare e partendo da un contributo minimo di 100 euro a famiglia, fino a un massimo di 500 euro.

È opportuno chiarire però che non vi sono nuovi requisiti generalizzati per il bonus spesa: scadenze, criteri e limiti possono variare da Comune a Comune. Per tali motivi, vi consigliamo di verificare sul portale istituzionale del vostro Comune di residenza per capire quali sono le modalità e i termini di erogazione del bonus spesa 2021 nella vostra città.

COMUNI DOVE SONO GIÀ DISPONIBILI I BANDI BONUS SPESA 2021

L’erogazione dei buoni spesa avviene fino a esaurimento dei fondi disponibili per ogni Comune. Come accennato, ciascun Comune può prevedere criteri e scadenze differenti per la presentazione delle richieste dei bonus spesa 2021. A partire da inizio settembre alcune città hanno riaperto i termini per la presentazione delle richieste, con le relative scadenze. Vediamo quali sono i criteri dei bandi delle principali città italiane attualmente disponibili.

TORINO

A Torino la Giunta Comunale ha approvato l’erogazione dei bonus spesa 2021 suddividendoli in tre tranche mensili con importi che vanno da un minimo di 120 euro fino a un massimo di 360 euro per una cifra complessiva di 3.595.701,00 euro. L’ISEE dei richiedenti non deve superare i 15.000 euro. È possibile presentare domanda per via telematica accedendo con l’identità digitale su questa pagina: la scadenza è stata fissata al 26 ottobre 2021.

SIENA

Nel Comune di Siena possono accedere alle domande per i bonus spesa 2021 i residenti che hanno un ISEE non superiore a 18.000 euro o che siano in condizione di bisogno certificato dai Servizi Sociali con apposito attestato di disagio sociale. L’importo minimo è pari a 400 euro fino a un massimo di 600 euro di contributo per le famiglie più povere e numerose. La domanda si presenta in questa sezione del sito istituzionale fino a esaurimento delle risorse, pari in totale a 227.643,55 euro.

BOLOGNA

Anche a Bologna sono stati aperti i termini per presentare la domanda per il bonus spesa che va compilata su questa pagina o inviata via PEC. I bonus resteranno disponibili fino a esaurimento delle risorse che in totale sono pari a 1.657.280,76 euro. Sono del valore di 25 euro ciascuno (variabili per nucleo familiare fino a un massimo di 600 euro di contributo), spendibili in negozi e supermercati convenzionati per comprare alimenti e altri beni di prima necessità. Possono presentare richiesta i residenti che dimostrano di aver avuto un peggioramento delle condizioni economiche a causa della pandemia.

AOSTA

Nel Comune di Aosta la scadenza per presentare domanda per il bonus spesa è stata fissata al 30 novembre 2021. Il limite ISEE è pari a 8.500 euro e l’importo del contributo varia da 100 euro a 500 euro in base al numero di componenti del nucleo familiare richiedente. Le risorse in totale sono pari a 142.166,17 euro. La domanda va compilata per via telematica su questa pagina. Il bonus può essere speso entro la fine dell’anno.

PIACENZA

I residenti del Comune di Piacenza possono presentare istanza per ottenere il bonus spesa fino alle ore 13.00 del 29 ottobre 2021. Gli importi del contributo variano da 150 euro fino a un massimo di 500 euro, con un limite ISEE pari a 5.000 euro. I fondi stanziati dal MEF per il Comune sono in totale 436.978,05 euro. L’agevolazione può essere ottenuta facendo richiesta in questa sezione, per una sola volta da ciascun richiedente in possesso dei requisiti.

UDINE

Per i residenti nel Comune di Udine le domande per il bonus spesa possono essere presentate fino al 2 novembre 2021. I bonus hanno un importo minimo pari a 150 euro fino a 550 euro per le famiglie con più di 5 componenti. Le risorse disponibili per la città sono in totale pari a 419.835,91 euro. Le domande possono essere presentate per via telematica sul form compilabile su questa pagina.

LECCE

Nel Comune di Legge invece, è possibile presentare la domanda per i bonus spesa dal 7 al 31 ottobre 2021. Il requisito di base del bando è che la famiglia richiedente non abbia percepito un reddito complessivo superiore a 3.000 euro e che non disponga di risparmi superiori a 5.000 euro. I fondi stanziati dal Governo per il Comune di Lecce sono pari a 393.455,14 euro. Le domande vanno presentate mediante la procedura online disponibile in questa sezione.

ALTRI COMUNI

Altri Comuni stanno attivando proprio in questi giorni i nuovi bonus, quindi consigliamo di visitare il sito web del vostro Comune di residenza per conoscere le modalità e i termini di erogazione del bonus spesa 2021 nella vostra città.

CRITERI DI RIPARTIZIONE DEI FONDI BONUS SPESA PER I COMUNI

Le risorse a disposizione per i bonus spesa 2021, stanziate con il Decreto Sostegni bis sono state suddivise tra i vari Comuni secondo i parametri stabiliti dal Dm 24 giugno 2021. In pratica:

  • una quota pari a 250 milioni di euro è stata ripartita in proporzione alla popolazione residente di ciascun Comune;
  • 250 milioni di euro ripartiti in base alla distanza tra il valore del reddito pro capite di ciascun Ente e il valore medio nazionale, ponderata per la rispettiva popolazione;
  • il contributo minimo che spetta a ciascun comune non può in ogni caso risultare inferiore a 600 euro.


Per velocizzare l’erogazione, i Comuni potranno replicare le modalità operative adottate già nella prima fase della pandemia riferendosi alle deroghe di legge previste nell’Ordinanza della Protezione Civile n. 658 del 29 marzo 2020.


 Vuoi Candidarti tra i primi? Inserisci ora la tua mail e rilassati:
 
Privacy Policy Si, voglio ricevere gratis aggiornamenti sulle opportunità di lavoro, concorsi, formazione, comunicazioni commerciali ritenute importanti.


© Copyright Lavoro e Concorsi - E' vietata qualsiasi forma di riproduzione dei contenuti