Concorso Università Chieti Pescara bibliotecari bando

L’Università Gabriele d’Annunzio di Chieti Pescara, in Abruzzo, ha pubblicato un bando di concorso per bibliotecari da assumere a tempo indeterminato nell'area dei funzionari del settore delle biblioteche per le esigenze della Biblioteca Polo Pescara. Le domande vanno inoltrare entro il giorno 17 luglio 2024. Andiamo a vedere i requisiti necessari per partecipare, il bando pubblico e come fare domanda.

 



Requisiti di ammissione

Per partecipare al concorso dell'Università Chieti Pescara per bibliotecari, è richiesto il possesso dei seguenti requisiti generali:
  • cittadinanza italiana, oppure di uno degli Stati membri dell'Unione Europea oppure di altre categorie specificate nel bando;
  • età non inferiore agli anni 18 e non superiore al limite massimo per il collocamento a riposo;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • idoneità psico-fisica all’attività lavorativa da svolgere;
  • assenza di condanne penali che ostacolino l'assunzione nella pubblica amministrazione;
  • non essere stato escluso dall'elettorato politico attivo;
  • non essere stato destituito, dispensato per insufficiente rendimento o dichiarato decaduto da un impiego pubblico;
  • per i candidati di sesso maschile nati prima del 31/12/1985, essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva.


Agli interessati è richiesto, in aggiunta, il possesso di uno dei seguenti titoli di studio: diploma di laurea vecchio ordinamento ante D.M. n. 509/1999; laurea specialistica conseguita ai sensi del D.M. n. 509/1999; laurea magistrale conseguita ai sensi del D.M. n. 270/2004; laurea triennale conseguita ai sensi del D.M. n. 509/1999 o D.M. n. 270/2004.

I candidati in possesso di un titolo di studio conseguito all'estero dovranno dimostrare l'equipollenza o l'equivalenza del loro titolo rispetto a quelli richiesti dal bando, secondo le norme vigenti.

Modalità di selezione

Il processo di selezione prevede una serie di prove che includono un'eventuale preselezione (qualora il totale dei candidati superasse le 100 unità), una prova scritta, una prova orale e la valutazione dei titoli posseduti dai singoli candidati. La preselezione consiste in una serie di quesiti a risposta multipla, mentre la prova scritta e quella orale verteranno sulle materie oggetto del bando e sull'accertamento della conoscenza degli strumenti informatici più diffusi, con particolare riferimento al pacchetto Microsoft Office (Word, Excel, posta elettronica).

Materie d'esame

Le materie oggetto delle prove d'esame spazieranno dalla conoscenza approfondita dei concetti fondamentali della biblioteconomia e della bibliografia, con particolare attenzione agli applicativi in uso nelle biblioteche, alle norme di catalogazione delle risorse bibliografiche e ai relativi standard. Inoltre, saranno valutate le competenze nella gestione integrata delle risorse e dei servizi delle biblioteche, con riferimento ai software impiegati presso le strutture accademiche.

Non mancheranno verifiche sulla conoscenza dei principali strumenti di reperimento delle risorse bibliografiche, come motori di ricerca, OPAC e Discovery Tool, nonché sull'organizzazione dei servizi bibliografici di una biblioteca accademica e delle sue collezioni. I candidati dovranno dimostrare di padroneggiare gli iter relativi al trattamento e alla gestione delle risorse cartacee moderne, antiche e di pregio, nonché delle risorse elettroniche e digitali per le biblioteche accademiche.

Saranno inoltre oggetto di valutazione le conoscenze riguardanti le tematiche dell'Open Access e la normativa sul diritto d'autore applicato alle biblioteche.

Competenze trasversali

Oltre alle conoscenze specifiche legate al ruolo di bibliotecario, i candidati dovranno dimostrare di possedere una buona padronanza della legislazione universitaria, con particolare riferimento alla Legge n. 240/2010 e successive modifiche, nonché dello Statuto e dei Regolamenti di Ateneo attinenti al profilo richiesto. Saranno valutate anche le nozioni di diritto amministrativo in materia di documentazione amministrativa, privacy, prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza.

Nell'ambito della prova orale, saranno inoltre accertati il possesso delle soft skills, come le capacità comunicative e relazionali, l'attitudine al lavoro di gruppo e l'abilità di organizzare e pianificare il lavoro in biblioteca, utilizzando in modo efficiente ed efficace le risorse a disposizione. Saranno valutate anche la capacità di attivarsi in modo autonomo nell'ambito delle proprie responsabilità e dei propri compiti, nonché quella di analizzare e gestire le criticità, identificando appropriati interventi correttivi.

Come fare domanda

La domanda di partecipazione al concorso per bibliotecari dell'Università Chieti Pescara va inviata unicamente in modalità telematica, entro il giorno 17 luglio 2024, attraverso questa pagina del portale inPA. Accendo a questo link, invece, troverete le linee guida per la compilazione della domanda.

Bando pubblico

Agli aspiranti al concorso dell'Università "Gabriele d'Annunzio" per bibliotecari, si consiglia di scaricare e leggere il bando (Pdf, 2 MB).

NOVITÀ

Adesso puoi seguirci comodamente anche sui canali WhatsApp e Telegram per non lasciarti sfuggire nessuna opportunità di lavoro, concorsi pubblici e aggiornamenti su bonus statali, incentivi 2024 e aiuti economici.

Vuoi Candidarti tra i primi? Inserisci ora la tua email e rimani sempre aggiornato: 
Privacy Policy   ACCETTO di ricevere comunicazioni promozionali.
Vietata qualsiasi forma di riproduzione - P.iva 0I564760880